La Misura dell'Androginia Psichica

Intro
Il BSRI è forse il più famoso, certificato e serio test (per quel che possono essere seri i test) per la misura di comportamenti attinenti alla sfera del genere e del ruolo sessuale. Creato trenta anni fa, mostra ancora oggi di essere valido e interessante.

Sandra Lipsiz Bem

Nata nel '44, psicologa americana, professoressa alla Cornell University, è stata una delle promotrici del movimento femminista negli anni sessanta. Agli inizi degli anni settanta elabora una innovativa teoria sui ruoli sessuali, coniando il termine di "androginia", che tanto successo ha avuto negli anni successivi. Nel 74 elabora e pubblica il test per la misura del ruolo sessuale (Bem Sex Role Inventory: BSRI).
 

I concetti

Meglio di tutti il concetto di Androginia lo spiega la stessa Bem: "La 'mascolinità' e la 'femminilità' non sono strutture comprese nell'individuo, ma piuttosto stereotipi culturali a cui le persone si adeguano o che possono sentire come limitanti; una corretta 'salute mentale' non richiede necessariamente l'adeguamento ai modelli di comportamenti maschili o femminili dominanti per il proprio sesso.
'Androginia' significa possedere assieme significative caratteristiche sia maschili che femminili, e non assenza di caratteristiche maschili e femminili (cioè a metà fra i due estremi); secondo questa definizione, l'Androginia è comunque un indicatore di buono 'stato mentale' e il proprio sesso non dovrebbe in alcun modo essere determinante per lo sviluppo dell'identità, ma gli individui dovrebbero poter liberamente crearsi il loro unica ricetta di temperamento e comportamenti".

(Bem 1993: 120-121)
Secondo Bem, nell'attuale società, essere androgini è un vantaggio, perché sia gli uomini che le donne devono essere in grado di adattarsi a svolgere mansioni di tutti i tipi, senza porsi il problema se una tal cosa è un mestiere da donne o da uomini.
 

La traduzione

Nel test, la definizione delle caratteristiche "maschili" e "femminili" è fatta in relazione alla loro capacità di identificare al meglio la "mascolinità" e la "femminilità" come statisticamente dedotto da un campione di maschi e femmine: è essenziale quindi il corretto significato delle aggettivazioni. Si è posto quindi il problema della miglior traduzione possibile delle singole frasi in modo che la semantica  fosse il più possibile aderente al significato dei vari aggettivi (e le differenze fra l'italiano e l'inglese sono a volte profonde).
Allo scopo ho proceduto confrontando le traduzioni di un paio di vocabolari inglese - italiano e poi riverificando dall'italiano in inglese se i termini fossero congrui usando come base l'Hazon della Garzanti nell'edizione 2000.
Per quel che ne so, l'unica altra traduzione del Bem Test che circola in Italia, è sul sito dell'Ilaria; la mia ha qualche significativa differenza, a voi giudicare quale vi sembra meglio.
 

I criteri di valutazione delle scale

Non esiste un data base di valutazione delle aggettivazioni del Bem Test in italiano (ne ho trovati in inglese, tedesco, spagnolo, francese e persino in giapponese, ma in italiano no), quindi non c'è la possibilità di valutare il t-test in italiano. Per la versione messa nel mio sitino ho deciso di usare la scala spagnola, che presumibilmente è la più prossima alla nostra temperie culturale.
La scala è stata misurata nel 1998 su una popolazione studentesca fra i 17 e i 27 anni di alcune università spagnole. L'approssimazione che ciò implica credo sia ampiamente entro i limiti a metà fra il serio e il faceto che questo mio sitino si pone.
Come interpretare il test
Innanzi tutto il test non dice nulla sulle vostre propensioni di sesso. E non dice nulla neppure sulle vostre propensioni di genere.
Indica invece come pensate di vivere il vostro ruolo di genere secondo gli stereotipi dominanti assegnati ai ruoli di genere. In fondo il test della Sandra Bem vi dice se vi ritenete mascolini o femminili, non se siete davvero tali.
Insomma non pensate scoprire chissà che, non serve per autodiagnosi e infine, fatelo come se fosse un gioco!
Discalimer
L'autosomministrazione del test non è prevista nelle condizioni standard del Bem Test. I risultati devvono ritenersi quindi del tutto indicativi e privi di qualunque valenza dignostica.
 
Ringraziamenti
Un grazie particolare a Ilaria che mi ha fatto conoscere il test e, in ultima analisi, è la "mamma" di questa pagina.
 
Copyright
Il test e i criteri di misura dei risultati sono stati reperiti nel web, si devono quindi intendere royalties free.
Per il test: ©1974 1978 Sandra Bem. Per la traduzione: ©2004 Carla Turolla. Tutti i diritti riservati

Il test
Il Bem test (BSRI, Bem Sex Role Inventory) completo consiste in tre gruppi di 20 aggettivazioni che fanno riferimento a caratteristiche ritenute "desiderabili" per il comportamento maschile, femminile e per entrambi.
Sandra Bem, per scegliere questi item, è partita da una lista di 400 aggettivazioni (tratti di personalità) riscontrati essere socialmente desiderabili per la mascolinità, la femminilità, per entrambi oppure indesiderabili sia per gli uomini che per le donne.
Cento studenti hanno poi quotato questi tratti rispondendo a domande poste in questa forma: "Nell'attuale società americana, quanto è desiderabile per un uomo essere ........ ?" Le modalità di quoting dei tratti di personalità è stata condotta rispettando tutti i crismi del corretto campionamento statistico (campioni incrociati, gruppi di controllo, ecc).
La scala usata va da 1 = per nulla desiderabile a 7 = estremamente desiderabile.
Alla fine sono state incluse nel Bem test le aggettivazioni significativamente più desiderabile per un genere che per l'altro indipendentemente dal sesso dei rispondenti. Così i venti tratti più "maschili", i venti più "femminili", i dieci tratti neutrali più desiderabili e i 10 più indesiderabili, hanno costituito la versione finale del BSRI. La scelta dei tratti maschili, femminili e neutri è stata fatta usando accurate metodologie statistiche.

 

Validità del test
Il campione usato da S. Bem era costituito da studenti (maschi e femmine) universitari americani dei primi anni '70; lo scoring degli aggettivi del test è stato ripetuto altre volte e in diverse classi sociali e situazioni culturali fino ai giorni nostri. Benché le aggettivazioni non risultino più così discriminanti come nel campione iniziale, esso mostra ancora una buona validità e consistenza se ci si riferisce a persone di cultura occidentale i classe sociale media e di cultura media e media-superire; la fascia di età in cui il test è stato validato va dai 18 ai 60 anni.

 

Come funziona
Assegnate ad ogni aggettivazione un puteggio da 1 a 7, secondo il grado con cui pensate che l'aggettivo si applichi a voi.
1 significa sempre o quasi sempre falso
7 significa sempre o quasi sempre vero.
4 significa vero per metà e altrettanto falso.
Nella compilazione, cercate di usare tutti i valori della scala.
Il test dovrebbe essere valutato in base a criteri di statistica inferenziale (il t-test, ma non è necessario che vi studiate un manuale di statistica allo scopo!). Il valore t, calcolato dal test, rappresenta la differenza di giudizio fra gli aggettivi maschili e quelli femminili. Più semplicemente il livello di Androginia può essere definito come la differenza fra le medie dei valori maschili e femminili. Più bassa è la differenza fra questi valori, più alto è il livello di androginia. Nel test è inoltre presente una scala di "accettabilità sociale", utile per discriminare se il soggetto sta cercando di dare di se una impressione "favorevole": se la scala dell'"accettabilità sociale" è troppo spostata verso l'alto, è possibile che il test non sia veritiero.

 

La scala della mascolinità
E' composta da 20 aggettivazioni che descrivono i tratti considerati socialmente caratteristici della mascolinità: dall'"agire come un leader" alla "capacità analitica" fino alla "fiducia in se stessi"...
I tratti descritti dal test sono a tutti gli effetti i più tipici dello stereotipo maschile, almeno nella cultura americana degli anni settanta. Ma a rileggerli, e a vedere i dati statistici degli ultimi anni, non pare che il mondo sia cambiato di molto in trent'anni.
Secondo il principio della Bem, un punteggio basso nella scala della mascolinità significa bassa differenziazione di genere, non che si è "femminili".

 

La scala della femminilità
E' composta dalle 20 aggettivazioni che descrivono i tratti considerati socialmente caratteristici della femminilità. Valgono tutti gli stessi discorsi fatti per la scala della mascolinità: i caratteri descritti nel test sono gli stereotipi della femminilità e punteggio basso indica bassa differenziazione.
La differenza è che le basi medie dei punteggi femminili sono più alte: gli uomini percepiscono le donne e le donne percepiscono se stesse in modo più definito di come cono percepiti gli uomini!

 

La scala dell'andrognia
Al di là delle misure statistiche (T-test o "test di sudent") una ottima approssimazione per misurare la propria "androginia" è la differenza fra i punteggi femminili e maschili. Al di sotto di una certa soglia, si è in presenza di "androginia" purchè i punteggi maschili e femminili siano sufficientemente alti. Questo è il semplicissimo sistema di misura del test di Bem.

 

La scala dell'accettabilità sociale
Le misure mostrano un buon grado di correlazione fra percezione della propria mascolinità (o femminilità) e l'accettazione sociale. Più un soggetto si sente pienamente mascolino (o femminile), più il suo giudizio sulle proprie caratteristiche sociali è alto - o indulgente - fate voi. In realtà punteggi troppo alti di accettazione sociale pare indichino scarsa veridicità nelle risposte al test.

COMINCIA IL TEST

(richiede che il browser supporti i frame)


ll test nell'originale inglese

This test is a way of judging how masculine or feminine you are. Answer
questions as the term best fits you according to the following scale:

  1. Never or almost never true

  2. Usually not true

  3. Sometimes but infrequently true

  4. Occasionally true

  5. Often true

  6. Usually true

  7. Always or almost always true

 

Questions

 1. Acts as a Leader
 2. Adaptable
 3. Affectionate
 4. Conceited
 5. Aggressive
 6. Cheerful
 7. Ambitious
 8. Conscientious
 9. Childlike
 10. Conventional
 11. Analytical
 12. Compassionate
 13. Assertive
 14. Friendly
 15. Does not use harsh language
 16. Happy
 17. Athletic
 18. Eager to soothe hurt feelings
 19. Competitive
 20. Helpful
 21. Feminine
 22. Inefficient
 23. Defends own beliefs
 24. Flatterable
 25. Dominant
 26. Jealous
 27. Gentle
 28. Likable
 29. Forceful
 30. Gullible

 31. Has leadership abilities
 32. Moody
 33. Loves children
 34. Reliable
 35. Independent
 36. Loyal
 37. Individualistic
 38. Secretive
 39. Sensitive to the needs of others
 40. Sincere
 41. Makes decisions easily
 42. Shy
 43. Masculine
 44. Solemn
 45. Soft-spoken
 46. Tactful
 47. Self-reliant
 48. Sympathetic
 49. Self-sufficient
 50. Theatrical
 51. Tender
 52. Truthful
 53. Strong personality
 54. Understanding
 55. Willing to take a stand
 56. Unpredictable
 57. Warm
 58. Unsystematic
 59. Willing to take risks
 60. Yielding

 

su